Una collezione d’arte tutta da scoprire Il Fondo Mons. Bortolan sabato l’inaugurazione

Lions Club Treviso Sile, Fondazione Cassamarca e Liceo Artistico statale di Treviso invitano la cittadinanza alla Mostra: “Una collezione d’arte tutta da scoprire: il Fondo monsignor Gino Bortolan”.

La rassegna sarà ospitata a Casa dei Carraresi da sabato 10 marzo a domenica 25 marzo. L’ingresso è gratuito e gli orari saranno tutti i giorni (tranne il lunedì) dalle 10 alle 18. Il vernissage è previsto per sabato 10 marzo alle ore 11.

 

Alla mostra è collegato il Premio “Fondo Gino Bortolan” rivolto agli studenti del Liceo Artistico statale di Treviso.

 

L’idea di promuovere la mostra e il premio è nata nell’ottobre del 2017 nell’ambito del Lions Club Treviso Sile ed è stata poi sottoposta e condivisa da Fondazione Cassamarca e Liceo Artistico che con la loro collaborazione ne hanno permesso la piena realizzazione.

 

Quattro mesi di lavoro e una ventina di volontari, compresi docenti e studenti, hanno lavorato a questo progetto.

 

Le opere sono messe a disposizione dalla Fondazione Cassamarca che custodisce a Cà Spineda l’importante lascito di Mons. Bortolan: 3.200 opere d’arte e oltre 4000 volumi. La Fondazione Cassamarca ha consentito a docenti e studenti del Liceo artistico una approfondita conoscenza diretta delle opere d’arte e dei filoni artistici del ‘900 presenti nel Fondo e da questa indispensabile premessa sono discese l’attività di catalogazione, selezione e rilevazione dei parametri delle 31 opere che verranno esposte.

 

Sono collocabili tra fine ‘800 e inizio ‘900 le opere di Brugnoli, Caffi, Ciardi, Favaretto, Fortuny, Pomi e Wolf Ferrari. Di inizio ‘900 quelle di Abis, Bernheimer, Cadorin, Guidi, Manzù, Picasso, Pizzinato, Sironi, Steffanutti e Tarantola fino alle opere della seconda metà del ‘900 di De Luigi, Fontana, Parmeggiani, Plessi, Santomaso e Vedova.

 

Il progetto di allestimento è stato realizzato dagli stessi studenti del Liceo artistico che hanno compiuto i rilievi dei locali concessi per la realizzazione della mostra e realizzato il lay out dell’ allestimento.

 

Sempre a cura di docenti e studenti anche la realizzazione delle locandine e dei pieghevoli della mostra; la progettazione e realizzazione del catalogo che riporta interessanti contributi conoscitivi e un apparato fotografico delle opere e la predisposizione di un apparato fotografico con elaborazione di oltre 60 immagini che mette in luce la poliedrica personalità di mons. Bortolan. E’ stato anche realizzato un DVD della durata di 20 minuti che presenta in “viva voce” mons. Bortolan nel suo museo di Santa Apollonia a Venezia e in dialogo con amici e artisti.

 

Il Lions Club Treviso Sile alla costante attività di raccordo e di coordinamento tra Fondazione e Liceo anche in questo “service”, rivolto agli studenti del Liceo,ha assicurato l’impegno finanziario coerente con il perseguimento della propria missione rivolta a realizzare opportunità di crescita e sviluppo culturale dei giovani.

 

Dopo aver contribuito attivamente alle fasi preparatorie e di supporto della mostra ora, nell’arco delle due settimane, gli  studenti del Liceo potranno (liberamente, in gruppo o accompagnati dai professori) partecipare al Premio Bortolan producendo un elaborato scritto nel quale espliciteranno valutazioni, sensazioni, emozioni e giudizi suggeriti dalla “presa in diretta” delle opere esposte.

 

Ai primi tre classificati il Lions Club Treviso Sile, con una cerimonia pubblica che si terrà a Casa dei Carraresi, assegnerà i tre premi già deliberati dalla Presidenza.

 

Lions Club Treviso Sile, Fondazione Cassamarca e Liceo artistico di Treviso attraverso l’esperienza maturata in questi mesi, nei quali si sono susseguiti incontri, colloqui, proposte e realizzazioni congiunte, ritengono di aver costruito un terreno e un metodo di positiva collaborazione che fa ben sperare in future collaborazioni di promozione artistico-culturali a favore dei giovani e della diffusione della conoscenza della collezione Bortolan nei confronti di tutta la trevigianità.

Fondazione Cassamarca