Biblioteca di Ca’ Spineda

Biblioteca di Ca’ Spineda

La biblioteca della Fondazione Cassamarca, che oggi raccoglie circa 40 mila volumi, si è venuta formando attraverso gli acquisti e le donazioni della Cassa di Risparmio della Marca Trivigiana, a partire dal 1913.

La continuità tra la Cassa di Risparmio e la Fondazione Cassamarca, oltre ad aver portato all’acquisizione del patrimonio librario preesistente (Fondo Cassa di Risparmio e Fondo Carlo Cecconi), ha consentito l’ulteriore implementazione del numero dei volumi, in seguito a donazioni e scambi tra istituzioni culturali e bancarie, nonché a nuove acquisizioni pervenute in omaggio o per acquisto.

Le serie principali riguardano la storia del territorio, la storia dell’arte, la musica, l’agricoltura, la politica e la società. Negli anni sono stati acquisiti anche volumi antichi (secoli. XVI-XIX) che riguardano questi argomenti.

La sezione riferita all’arte si è successivamente arricchita dell’apporto della biblioteca specializzata appartenuta a mons. Gino Bortolan; all’interno di questa serie si possono trovare molti autori locali e nazionali, cataloghi e rare pubblicazioni che riguardano la storia dell’arte.

Questa sezione è oggi una delle più consistenti a livello nazionale e consta di circa 9.000 titoli. Una buona parte dei volumi che fanno parte del patrimonio librario della Fondazione Cassamarca è già stato catalogato (circa 11.000 titoli) e le schede catalografiche sono presenti nel Servizio bibliotecario nazionale (SBN).

Oggi una nuova sezione sarà dedicata alla musica, con libri e materiali importanti, che per la prima volta vengono messi a disposizione del pubblico.

Le biblioteche della Fondazione, un tempo ripartite tra varie sedi dell’Ente, oggi sono conservate principalmente in un’ala dedicata di Ca’ Spineda, dove sono confluiti anche i volumi prima conservati presso gli Archivi Contemporanei di Storia Politica di Ca’ Tron.